Appaltato lo “scavalco” per il Vespucci

FIRENZE – Finalmente al via l’iter che porterà a collegare direttamente per ferrovia il porto di Livorno e l’interporto Vespucci di Guasticce.
Lo ‘scavalco’ della linea Tirrenica tra Genova e Roma è arrivato alla progettazione esecutiva e all’esecuzione in appalto dei lavori.
Il contratto di RFI del valore di 19,925 milioni di euro, è stato aggiudicato a una RTI con la pisana Cemes Spa come mandataria (insieme a Bit Spa e Fontanini Ivano Snc come società mandanti). La data di conclusione dello stesso appalto è fissata al 1 dicembre 2022.

L’intervento, secondo quanto riferito dalla Regione Toscana al momento della firma per l’avvio dell’iter
(tra lo stesso ente, l’allora MIT, RFI, la AdSP del Mar Tirreno Settentrionale e Interporto Vespucci)
avrà un costo complessivo di 27 milioni di euro (con un finanziamento da parte della stessa Regione di 20,2 milioni)
e comporta la realizzazione di un ulteriore tratto di binario, lungo circa 1,5 km (circa 360 metri del quale realizzati
su un viadotto costituito da 15 campate), che passerà sopra la linea ferroviaria Tirrenica Pisa-Roma presso la stazione di Livorno Calambrone.