Fedespedi e la qualità dei magazzini

ROMA – È disponibile da oggi sul sito di Fedespedi in formato digitale “La qualità dei magazzini delle imprese di spedizioni internazionali”, nuovo numero della collana “I Quaderni di Fedespedi”, con i risultati della ricerca sui magazzini delle imprese di spedizioni internazionali realizzata nel 2020 dai ricercatori dell’Osservatorio sull’Immobiliare Logistico della LIUC Business School, diretto dal professor Fabrizio Dallari.

La pubblicazione – curata dall’ingegner Martina Baglio, che ha condotto il progetto di ricerca patrocinato da Fedespedi – ripercorre le tappe del progetto, la definizione degli elementi chiave per un magazzino di alta qualità, le tecniche utilizzate per la costruzione del modello di rating per la valutazione degli immobili per le spedizioni internazionali e i risultati – più che positivi – emersi dall’applicazione del modello su un panel di imprese: il 100% dei magazzini analizzati ha ottenuto, infatti, una valutazione medio-alta.

“L’investimento in real estate è un fattore sempre più strategico per le imprese di spedizioni internazionali – commenta il presidente di Fedespedi Silvia Moretto – quale aspetto decisivo attraverso cui le aziende curano la qualità dei servizi offerti alla clientela e all’import-export del Paese. La partnership tra Fedespedi e Liuc Business School – e l’Osservatorio sull’Immobiliare Logistico, in particolare – si fonda su questa consapevolezza e risponde all’esigenza di approfondire, attraverso un progetto di ricerca dedicato, le peculiarità, i punti di forza e le strategie aziendali che guidano le imprese di spedizioni internazionali nella progettazione di magazzini logistici in linea con le caratteristiche intrinseche del lavoro dello spedizioniere internazionale: prime tra tutte flessibilità e dinamismo”.

La ricerca consegna, dunque, alle imprese di spedizioni internazionali un modello di valutazione su misura per i magazzini del settore freight forwarding.