Darsena Europa, Macii sarà sub-commissario

A distanza di pochi mesi – recita forse con involontaria ironia il comunicato dell’AdSP visti i tempi non certo fulminei richiesti dalla burocrazia romana – dalla pubblicazione del DPCM che ha messo nero su bianco la sua nomina a commissario straordinario per la realizzazione della Darsena Europa, il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Settentrionale Luciano Guerrieri ha disposto con proprio provvedimento la costituzione della apposita Struttura Commissariale dedicata alla costruzione dell’opera di ampliamento a mare del porto di Livorno.

Guerrieri ha nominato Roberta Macii sub-commissario della struttura. La dirigente Gare e Contratti dell’Ente – continua la nota – è stata scelta per le esperienze acquisite sul campo in anni di attività. Oltre ad aver già svolte funzioni di segretario generale dell’Autorità Portuale di Piombino e segretario generale dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale, Roberta Macii ricopre dal 2014 l’incarico di vice-commissario del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, negli interventi di infrastrutturazione, riqualificazione ambientale e reindustrializzazione del porto di Piombino.

All’alta dirigente – ancora il comunicato – saranno affidate le deleghe inerenti le attività di indirizzo e coordinamento in materia di gestione del personale in forza alla struttura commissariale, di attribuzione delle collaborazioni esterne, e di tutti gli atti necessari al raggiungimento degli obiettivi assegnati dal commissario straordinario.

Il nucleo operativo, che tramite provvedimenti ad hoc sarà successivamente integrato con personale interno dell’AdSP, è inoltre composto dal dirigente Infrastrutture di Livorno/Capraia, Enrico Pribaz, che viene individuato come responsabile Unico del Procedimento della “Realizzazione delle opere marittime di difesa e dei dragaggi previsti nella nuova prima fase di attuazione della Piattaforma Europa”.

Al dirigente amministrativo dell’Ente, Simone Gagliani, sono invece state attribuite le competenze sulla parte relativa alla gestione dei finanziamenti assentiti alla realizzazione dell’opera.

La formazione della struttura commissariale è per Guerrieri uno step decisivo in vista del passaggio dalla fase progettuale a quella esecutiva di una delle maggiori opere infrastrutturali pianificate nel Paese.

I lavori di realizzazione delle opere marittime di difesa e gli interventi di dragaggio dovrebbero partire in autunno. Per l’AdSP si apre dunque una stagione impegnativa nella quale il cronoprogramma dovrà essere rispettato alla lettera.

“Fino ad oggi abbiamo lavorato avvalendoci della collaborazione dei dirigenti e dei collaboratori dell’AdSP. Ora è arrivato il momento di fare un ulteriore passo in avanti” ha dichiarato il presidente Guerrieri.

“La complessità e la necessità di portare avanti le procedure con tempistiche più strette di quelle originariamente previste rende imprescindibile la costituzione di una struttura commissariale composta da personale che sia in grado di prestare la propria attività in modo continuativo anche se non esclusivo. I nomi scelti sono una garanzia per il raggiungimento di un obiettivo prioritario”.

Fonte:La Gazzetta Marittima